Nel software EAGLE è possibile disegnare facilmente piani di massa, utili per diversi aspetti positivi tra cui la riduzione della resistenza dei collegamenti di massa dovuti all'aumento della superficie del conduttore, una parziale schermatura e la drastica riduzione del consumo dei reagenti corrosivi impiegati nell'incisione del circuito (cloruro ferrico o perossido d'idrogeno).

1. Procedura

Prima di iniziare a disegnare il piano di massa è consigliabile predisporre tutti i componenti e le relative piste di segnale. Come si può vedere nella figura seguente, le piazzole che verranno collegate dal piano di massa sono state lasciate volutamente isolate.

 

epdm4d0a

Fig. 1

 

A questo punto è necessario unire tra loro tutte le piazzole dei componenti che andranno collegate al piano di massa mediante lo strumento Signal (Draw › Signal). Una volta conclusa questa operazione, tutte le piazzole selezionate saranno associate allo stesso segnale ed appariranno unite da alcuni segmenti gialli.

 

epdm4d1a

Fig. 2

 

A questo punto, è necessario scegliere lo strumento Name (Edit › Name) e selezionare una delle piazzole appena unite tra loro o uno dei segmenti gialli. Tutte le piazzole ed i segmenti collegati tra loro verranno evidenziati, e si aprirà la finestra Name che ci chiederà il nuovo nome da attribuire al segnale, che chiameremo "GND".

 

epdm4d2a

Fig. 3

 

Sempre con lo strumento Name è necessario rinominare le eventuali piazzole spaiate che si desidera collegare al piano, sempre usando il medesimo nome di segnale "GND".

 

epdm4d3aFig. 4

 

A questo punto si è pronti a disegnare il piano di massa. Una volta scelto lo strumento Polygon (Draw › Polygon), potremo impostare preventivamente i parametri del poligono dalla Parameter toolbar di EAGLE (generalmente posta nella parte superiore dell'interfaccia).

 

epdm4d4a

Fig. 5

 

Da questa toolbar è possibile scegliere la tipologia del poligono che si intende ottenere, in particolare l'isolamento che può essere impostato intorno ad 1,27 mm. Per una descrizione più dettagliata sui parametri, è possibile visualizzare la guida di EAGLE alla voce Editor commands › Polygon › Parameters. Ora è possibile disegnare il poligono, che per il momento apparirà tratteggiato, in modo che raccolga tutte le piazzole associate al segnale GND.

 

epdm4d5a

Fig. 6

 

Con lo strumento Name impiegato precedentemente, si seleziona il poligono appena creato rinominandolo sempre in "GND". Questa volta la finestra permetterà anche di scegliere quale elemento rinominare, in questo caso "this Polygon".

 

epdm4d6aFig. 7

 

In questo modo, EAGLE farà in modo da unire tra loro tutti gli elementi associati al segnale GND attraverso il poligono. Ora è possibile eseguire il Ratsnest (Tools › Ratsnest) che farà comparire il piano di massa appena disegnato.

 

epdm4d7a

Fig. 8

 

Se si sposteranno degli elementi, il poligono tornerà ad essere tratteggiato. Per farlo apparire nuovamente, in modo da assecondare la nuova disposizione dei componenti, sarà sufficiente eseguire nuovamente il Ratsnest.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna